Avrete visto anche voi che sul web sta spopolando l’antipatico Silverlight, l’ambiente di runtime sviluppato da Microsoft per la trasmissione di video ad alta interattività. Un esempio? Il sito della Rai (Rai.tv) ne fa uso in lungo e in largo, permettendo solo ai visitatori con il plugin Silverlight installato di visualizzare lo streaming dei suoi canali in diretta così come i video dei loro programmi televisivi già conclusi.

E noi poveri utenti linuxiani?

Fino a non molto tempo fa l’alternativa per Linux si chiamava Moonlight, ma il progetto è stato abbandonato e – a dirvela tutta – non sono mai riuscita a farlo funzionare.

Fortunatamente ora c’è un altro plugin che ci viene in auto: PIPELIGHT. I ragazzi che lo stanno sviluppando voglio rendere possibile l’utilizzo di Silverlight (e non solo) sfruttando la portenzialità del ben più noto Wine.

Ecco come procedere all’installazione su Ubuntu.

Aprite il terminale e aggiungete questi due respository:
sudo apt-add-repository ppa:ehoover/compholio
sudo apt-add-repository ppa:mqchael/pipelight

Aggiorniamo il database:
sudo apt-get update

Installiamo Pipelight:
sudo apt-get install pipelight-multi

Abilitiamo Silverlight:
sudo pipelight-plugin --enable silverlight

Una volta conclusa l’installazione vi basterà fare clic qui per verificare che l’installazione sia andata a buon fine osservando un’animazione di test realizzata proprio per Silverlight.

Da me si è verificato un problemino: il video e l’audio erano decisamente fuori tempo e troppo veloci, in stile “Benny Hills”. Pare che questo inconveniente si verifichi solo con Pulse Audio e in ogni caso è risolvibile digitando da terminale il seguente comando che riavvia Pulse:
pulseaudio -k

Buona visione!